Proiezioni

Nel segno della rivoluzione femminista.

Giovedì 23 marzo ore 20:00 – Cineporto di Bari, Lungomare Starita 1, Fiera del Levante
Femminismo! (Italia 2016, colore e bianco e nero, 52m) di Paola Columba.
Anteprima regionale per la Puglia.
Introducono il film, alla presenza della regista, Titti Caterina de Simone (Consigliera del Presidente della Regione Puglia), Maria Solimini (UniBA). Presenta Annamaria Ferretti (direttora ILikePuglia).
Sinossi del film
Uno sguardo militante sul ruolo della donna. Dalle battaglie femministe degli anni ’70 alle ragazze della Youtube generation che spesso si dichiarano “non femministe” ed equiparano il femminismo al maschilismo. Il corpo come strumento per conquistare popolarità, il sesso separato dall’identità, vecchi e nuovi stereotipi, dalla pubblicità alla TV, ai videogames. Mutilazioni sociali, violenza di genere, Pussy Riot e Femen. Le sfide del futuro. Con tante donne: attiviste, politiche, scrittrici, attrici che il Femminismo lo hanno vissuto. (fonte: cinemaitaliano.info)

▁ ▂ ▃▃ ▂ ▁

Libere di scegliere: donne e maternità.

Giovedì 30 marzo ore 17:30 – Casa delle Donne del Mediterraneo, Piazza Balenzano
Sbagliate (Italia 2014, colore, 67m) di Daria Menozzi ed Elisabetta Pandimiglio.
Introducono il film, con le autrici, Gabriella Falcicchio (UniBA), Titti Ladalardo (Stati Generali delle Donne) e Maria Ruccia (psichiatra psicoterapeuta).
Sinossi del film
No-children. Per certe donne è una condanna, per altre una scelta. Sono sbagliate per questo? Se lo chiedono Cristina, Ivana, Carla, Valeria e le altre mentre affrontano una quotidianità fatta di lavoro e tavoli da apparecchiare, cura degli altri e cura di sé. Vite normali, ma un’idea ancora percepita come anomala, forse deviante: quella di non voler diventare madri. In una riflessione collettiva che si allunga su tre anni di riprese si intrecciano pensieri in mutamento e segreti mai rivelati, a volte neanche a se stesse. La parola si fa consapevolezza, coscienza, politica. E come sempre accade la vita porta novità, piccole metamorfosi, vere e proprie rivoluzioni.(fonte: cinemaitaliano.info)

▁ ▂ ▃▃ ▂ ▁

Documenti del femminismo. La nascita del documentario femminista italiano e il videoattivismo delle donne.

Lunedì 3 aprile ore 20:00 – Cineporto di Bari, Lungomare Starita 1, Fiera del Levante
Aggettivo Donna (Italia 1971, 54m) di Annabella Miscuglio e Rony Daopoulo.
Introducono il film Simone Cangelosi e Fulvia Antonelli (Archivio Out-Takes – Bologna), Elda Guerra (Associazione Orlando-Bologna) e Federico Zecca (UniBA).
Sinossi del film
Interviste a donne in differenti situazioni e condizioni. Le donne anziane che lavorano da anni ai mercati generali sin dalla prima mattina, le operaie di una fabbrica occupata, una casalinga, una donna che racconta della sua esperienza con il sesso e una donna che racconta del suo aborto clandestino, una neo mamma che racconta della sua maternità e le bambine della scuola elementare che già, nonostante loro, subiscono un’educazione basata su valori del patriarcato. (fonte: fondazionebadaracco.it)

▁ ▂ ▃▃ ▂ ▁

Documenti del femminismo. Aborto, maternità e autodeterminazione.

Martedì 4 aprile ore 18:00 – Cineporto di Bari, Lungomare Starita 1, Fiera del Levante
Madre, ma come? (Italia 1977, colore, 34m) di Rosalia Polizzi.
Sinossi del film
Il documentario, attraverso testimonianze di donne, racconta la difficoltà di realizzare una maternità serena e consapevole in relazione a problemi quali la salute, il lavoro, gli asili nido, la contraccezione, l’aborto. Il film è interamente costruito sulla base di testimonianze raccolte in varie parti d’Italia e in varie situazioni: una fabbrica occupata da donne operaie, un asilo nido, un consultorio, la corsia di un reparto maternità. La vicenda di una emblematica maternità fa da filo conduttore all’inchiesta. Il documentario vuole anche stimolare una maggiore presa di coscienza del rapporto uomo-donna affinché diventi veramente un rapporto paritario. (fonte: lacinetecasarda.it)
Marisa della Magliana (Italia 1976, 61m) di Maricla Boggio.
Sinossi del film
Il ritratto di una donna forte e coraggiosa, Marisa, che nel quartiere della Magliana affronta con determinazione le prove della vita quotidiana, al contrario del compagno, che sfugge alle proprie responsabilità, comprese quelle di padre.
Introducono i film Simone Cangelosi e Fulvia Antonelli (Archivio Out-Takes – Bologna) e Veralisa Massari (avvocata).

▁ ▂ ▃▃ ▂ ▁

Documenti del femminismo.

Mercoledì 5 aprile ore 18:00 – Cineporto di Bari, Lungomare Starita 1, Fiera del Levante
Replica: Sbagliate (Italia 2014, colore, 67m) di Daria Menozzi ed Elisabetta Pandimiglio.
A seguire presentazione del libro Riprendiamoci La Vita. Immagini Del Movimento Delle Donne di Paola Agosti alla presenza dell’autrice con Simone Cangelosi e Fulvia Antonelli (Archivio Out-Takes – Bologna) e Francesca Palumbo (insegnante e scrittrice).

▁ ▂ ▃▃ ▂ ▁

“Tessuti femminili”: le donne della Triangle e le altre.

Venerdì 7 aprile ore 16:30 – Ex PalaPoste Sala A, Piazza Cesare Battisti
Triangle (Italia 2014, b/n repertorio e colore, 63m) di Costanza Quatriglio.
Introducono il film, con l’autrice, Ester Rizzo (scrittrice), Annetta Francabandiera (Dipartimento Politiche Sociali CGIL Bari), Antonella Masi (femminista) e Roberta Schiralli (avvocata).
Sinossi del film
Barletta, 2011: a cento anni dall’incendio della Triangle, avvenuto a New York nel 1911, le operaie tessili muoiono sotto le macerie di una palazzina fatiscente.
Estratta viva da quelle macerie, Mariella assume su di sé tutto il peso del mondo. Con lei viviamo il ritorno alla condizione preindustriale e la necessità di un nuovo inizio, ma anche l’irriducibile orgoglio di chi sa che far bene il proprio lavoro è il gesto più compiuto di ogni essere umano. (fonte: cinemaitaliano.info)

▁ ▂ ▃▃ ▂ ▁

Diritto alla vita.

Mercoledì 12 aprile ore 17:00 – Mediateca Regionale Pugliese, Via Zanardelli 30
Replica: Triangle (Italia 2014, b/n repertorio e colore, 63m) di Costanza Quatriglio.
Erma (Italia 2014, 15m) di Luciano Toriello.
Puntata 5 della serie web del Progetto Memoria 2016, prodotto da Apulia Film Commission, per la produzione esecutiva di Luciano Toriello.
Con Erma Pia Castriota “H.E.R”; soggetto Luciano Toriello e Annalisa Mentana; sceneggiatura Luciano Toriello e Annalisa Mentana; musiche Erma Pia Castriota “H.E.R”; fotografia Luca La Volpa; produzione esecutiva Luciano Toriello.
Il documentario ripercorre, in una commistione di visioni oniriche e scene del reale, il personale percorso artistico e di vita di Erma Pia Castriota in arte H.e.r. – violinista e performer, nonché prima artista in Italia ad aver compiuto un percorso completo di transizione di genere sessuale. La violinista riflette sulla musica quale strumento di affermazione della propria identità di artista e donna. Sullo sfondo, le Isole Tremiti: San Nicola e Capraia e le Grotte di Castellana.
Introduce il film Angela Bianca Saponari (UniBA).

Comments are closed !